Cafè Rimet: i migliori articoli calcistici da tutto il mondo tradotti in italiano

Per il 2020 Offside Festival ha deciso di lanciare un’iniziativa ambiziosa: tradurre in italiano i migliori articoli di calcio dei magazine di tutto il mondo. Abbiamo deciso di iniziare con qualche numero in anteprima e sfruttare positivamente questo periodo di quarantena forzata, regalando a tutti gli appassionati una vera e propria rivista digitale in grado di allietare un po’ le giornate.

Tutti i numeri in anteprima saranno gratuiti e per riceverli basta inserire la propria mail qui sotto

Se sei già iscritto alla newsletter di Offside non ti resta che aspettare di ricevere il prossimo numero in anteprima.

 

La lettera di Offside Italia per l’apertura di Cafè Rimet:

Narra la leggenda che all’inizio del secolo scorso in Argentina la partita non potesse iniziare prima che il capitano di una delle due squadre domandasse all’altro: “Aureli?” per sentirsi rispondere “Diez!”. Non era altro che la loro versione di ciò che avevano sentito dire dagli inglesi che in quelle terre avevano portato il pallone: “Are you ready? Yes”.

È questa forse la migliore metafora per spiegare come il calcio sia da sempre il più forte linguaggio universale del pianeta. Un messaggio che Offside Futbol Film Festival ha deciso di portare avanti dal 2004 e che anche noi qui in Italia ci siamo posti come ambizioso obiettivo da divulgare quando è cominciata questa nostra avventura due anni fa.

Con Cafè Rimet il percorso continua. Abbiamo pensato di realizzare un desiderio che coltivavamo da tempo, quello di abbattere le barriere linguistiche e di rendere i migliori articoli calcistici pubblicati sulle migliori riviste del mondo fruibili a tutti.

Sappiamo di trovarci davanti a un onere molto grande, ma allo stesso tempo a un altrettanto grande onore e come sempre metteremo tutto il nostro impegno per mettere nelle vostre mani qualcosa di unico. Qualcosa da gustare e assaporare con calma, sorso dopo sorso, seduti a un tavolo del nostro ideale Caffè letterario , viaggiando però con l’anima e la mente in tutti gli angoli della Terra, inseguendo il folle sogno che animò cento anni fa Jules Rimet.
Anche stavolta partiamo dall’idea che è l’unione a fare la forza: Cafè Rimet sarà di tutti voi, soprattutto vostro che avete deciso di leggere questo Numero Zero, accordandoci incondizionatamente la vostra fiducia.

Questo è il punto di partenza, il primo passo oltre la soglia di casa per un viaggio che ci auguriamo possa essere lunghissimo. Vi invitiamo a prendere il vostro bagaglio e a percorrere la strada insieme a noi. Consigliateci, diteci come fare a rendere Cafè Rimet ancora più bello, ma soprattutto sosteneteci, per rendere tutto ciò davvero possibile. Anche per questo abbiamo deciso che i primi numeri saranno totalmente gratuiti, in attesa di spiccare il volo con le ali che abbiamo costruito insieme.

Le storie che abbiamo pensato di raccontarvi in questa prima uscita rispecchiano ciò che sarà Cafè Rimet: un mix tra attualità – rappresentata dal Muñeco Gallardo, condottiero del River Plate padrone del Sudamerica, e storia del calcio, attraverso i tributi a Sobek, simbolo di Berlino, e ad Antic, l’unico uomo capace di guidare Barcellona, Real e Atletico Madrid; un potpourri in grado di mescolare fenomeni sociali, come il calcio in Burundi e la prima telecronista donna in Grecia, e lifestyle, con Sean Connery e il suo grande amore per questo gioco.

È giunto il momento del calcio d’inizio: Aureli?

Buona lettura, buon Cafè Rimet.