Off The Post #22: dieci articoli che potresti non avere letto nell’ultima settimana

Dopo la pausa estiva, Off The Post torna con 10 storie da leccarsi i baffi. Da Fritz Walter a Calvino, da Gascoigne a Paolo Condò: ecco gli articoli calcistici che potresti esserti perso questa settimana. Ad ogni modo, c’è ancora tempo per rimediare.

1 Auguri al papà del Catenaccio
Il Catenaccio è calcisticamente sinonimo di Italia, eppure a inventarlo fu Karl Rappan, un austriaco divenuto celebre in Svizzera. Su Calciomercato.com lo ricorda Alessandro Bassi, in occasione 114° anniversario della sua nascita.

2 Il campionato si tinge di giallo
Il campionato italiano di calcio 1914-1915 (che ancora non si chiamava Serie A e non era a girone unico) non fu mai completato a causa dell’ingresso dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale. Quello scudetto sarebbe stato assegnato d’ufficio al Genoa, ma qualcun altro oggi lo reclama: lo racconta nel suo video Nicolò Vallone su Sportellers.

3 L’uomo che decise il Mondiale ‘66
E a proposito di gialli, uno dei più celebri nella storia del calcio è quello che riguarda la finale del Mondiale 1966. Il protagonista fu senza dubbio il guardalinee Bakhramov e il perché lo racconta Fabio Belli su Storie Fuorigioco nella prima puntata della terza serie di Football Mystery.

4 Due chiacchiere con Paolo Condò
Paolo Condò non ha certo bisogno di presentazioni. In questi giorni è nelle librerie con il suo ultimo libro dedicato ai suoi 50 campioni del cuore. Luigi Di Maso lo ha intervistato per Crampi Sportivi.

 

5 Gli ultras italiani visti dal Regno Unito
Un altro libro appena pubblicato è quello di Tobias Jones, scrittore e giornalista del The Guardian che ha indagato sul fenomeno degli Ultras italiani. Il suo punto di vista lo ha tratteggiato anche su Rivista Contrasti insieme a Michelangelo Frenda.

6 Dr Gascoinge & Mr Gazza
Se parliamo di “Storie Maledette” è difficile trovarne una più calzante di quella di Paul Gascoigne. Ecco allora che Simone Galeotti tratteggia sul blog di Remo Gandolfi uno struggente profilo di Gazza.

7 L’atto fondativo della Germania Ovest
È una delle favole più celebri della storia del calcio ed è passata alla storia come il Miracolo di Berna. Simbolo di quella partita fu indubbiamente Fritz Walter, uno con una vita decisamente da romanzo. La racconta Stefano Ravaglia su La Notizia Sportiva.

8 A Manchester è nata una stella?

Si chiama Mason Greenwood ed è il nuovo enfant prodige partorito dalla Academy del Manchester United. Se ancora non lo conoscete, non perdetevi il ritratto fatto da Marco Garghentino su Numero Diez.


9 Buon Compleanno Schizzo
Marco Tardelli è diventato l’icona di una generazione, con il suo urlo dopo il gol che di fatto consegnò all’Italia il Mondiale 1982. In occasione del suo 65esimo compleanno Danilo Sandalo lo celebra su GliEroidelCalcio.


10 Il calcio secondo Italo Calvino
Genio della letteratura italiana, Italo Calvino è sempre rimasto alla larga dal calcio. Eppure Andrea Labanca su Zeta ci regala un gioco da non perdere: trasformare l’opera dello scrittore sanremese in un manuale del calcio puntellato da massime di saggezza.

 

Resta informato su tutte le novità del Festival!