Off The Post #44: dieci articoli che potreste non aver letto nell’ultima settimana

Senegal e Kazakistan, Svezia e Jugoslavia, Argentina e Inghilterra, Olanda e Giappone. I nostri dieci articoli calcistici della settimana ci portano in giro per il mondo, anche se non può mancare il doveroso omaggio a Gigi Simoni.

1 Addio Mr Gigi
Gigi Simoni se n’è andato e noi non potevamo non ricordarlo in Off The Post. Abbiamo scelto il tributo fatto per Sport Mediaset da Enzo Palladini, uno che l’ex allenatore di Cremonese, Napoli e Inter lo conosceva molto bene.

2 Pape Diouf, il primo in tutto
Fabrizio Gabrielli su L’Ultimo Uomo racconta la storia di Pape Diouf, il primo presidente nero delll’Olympique Marsiglia. Un uomo straordinario con una vita straordinaria.

3 Il barbuto di White Hart Lane
È nato a Baires, ma è diventato leggenda nel nord d Londra, con la maglia degli Spurs. Ricky Villa è stato l’argentino l’Inghilterra, come spiega Remo Gandolfi su Storie di Premier.

4 Whites vs Blacks: una storia di calcio inglese e razzismo
Un’amichevole del maggio 1979 diventa lo spunto per raccontare le radici del razzismo nel calcio inglese. La racconta Valerio Moggia sul suo blog Pallonate in Faccia.

5 Giocare sul confine
Tra Trieste e Kosovska Mitrovica, su The Pitch Alessandro Bai racconta i territori di frontiera, dove la spaccatura identitaria ha coinvolto anche il calcio.

6 Kazakistan, tra passato sovietico e presente europeo
Il calcio kazako è cambiato molto dalla fine dell’Unione Sovietica. Prima il Kairat era il simbolo della Repubblica, oggi l’Astana ha preso il suo posto e non ha rivali in patria, mentre riesce a dire la sua anche a livello continentale. L’analisi su EastJournal è di Gianni Galleri.

7 I baffi più esagerati della storia del calcio
“Il look di Van Den Ban non aveva nulla a che vedere con il retaggio della contestazione giovanile sessantottina, con i volti volutamente trasandati di Gigi Meroni, Paul Breitner o tanti altri. Il modello di Abe poteva essere al limite l’investigatore Hercule Poirot, ma neppure il personaggio nato dalla fantasia di Agata Christie, pur provvisto di lunghi mustacchi, si sarebbe spinto a tanto.” Il ritratto di un giocatore dall’aspetto piuttosto insolito è di Fabio Belli su Storie Fuorigioco.

8 Il viaggio di Hide
Nakata è ricordato da tutti per le sue avventure con le iconiche maglie del Perugia di Gaucci e della Roma dei Sensi, ma il giocatore giapponese ha scoperto se stesso solo iniziando a viaggiare dopo il ritiro dal calcio. Ne parla Leonardo Catarinelli su Contrasti.

9 Il primo grande centravanti
G.O. Smith fu tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo il miglior calciatore in circolazione, stella rinomata del Corinthian e dell’Inghilterra e progenitore del moderno “falso nueve”. Le sue gesta sono narrate da Simone Cola su L’Uomo nel Pallone.

10 Quando Nordhal avrebbe potuto indossare la maglia della Juve
Storia di un intrigo di mercato lontano più di settant’anni. Juve e Milan si contendono uno degli attaccanti più del mondo. Uno sliding doors calcistico narrato su Zeta da Diego D’Avanzo.