Showing 8 Result(s)

La Rivolta del Pallone – Federico Baranello per Esperanto

  8 settembre 1969: Caserta è sconvolta da disordini di piazza senza precedenti! Perché? Cosa sta succedendo? La Casertana, dopo aver conquistato sul campo la promozione in Serie B, viene “retrocessa” d’ufficio con un provvedimento della giustizia sportiva. A seguito di questa decisione in città scoppia l’inferno. Già nel precedente campionato, nella stagione 1967/68, i …

Squadra senza Stato – Francesco Andreose per Esperanto

Dalla nascita nella cittadina di Borlänge, grazie un gruppo di rifugiati curdi, all’ascesa nel calcio professionistico, fino alla promozione nella serie A svedese. Storia di un club che da quindici anni porta in campo le speranze e i sogni di un popolo senza stato. Quando l’arbitro, fischietto alla bocca, emette il terzo e ultimo fischio, …

Giorno 15 Vota – Giuseppe Masciale per Esperanto

“Volevamo far capire alla gente che un cambiamento era possibile” [Zenon de Souza Farias] Può una squadra di calcio soverchiare una dittatura? Può un semplice club sovvertire le regole del sistema, creando un proprio modello di governo? Si, e tutto questo accadde in Brasile all’inizio degli anni ‘80 durante il regime dei Gorillas. Una squadra, …

La partita razzista – Roberto Brambilla per Esperanto

  Quattro ottobre 1975, Windhoek, Africa del Sud Ovest, attualmente Namibia. Al Suidweis Stadion è in programma un’amichevole. Per vederla sono arrivate circa seimila spettatori. Sono entrate da ingressi separati e sono seduti in parti opposte delle gradinate. Nella curva est stanno i neri, nella tribuna centrale i bianchi. La divisione per quelle persone è …

E’ morto il compagno – Gianni Galleri per Esperanto

“La partita è sospesa, il compagno Tito è morto”. Se c’è un momento preciso, nel corso della storia, in cui si può individuare l’inizio della fine dell’esperienza jugoslava, quello è domenica 4 maggio 1980. Allo stadio Poljud di Spalato si stava disputando l’incontro valido per il campionato nazionale fra Hajduk e Stella Rossa di Belgrado. …

Scappa, terrorista Ku – Giovanni Fasani per Esperanto

Ci sono paesi che in determinati momenti storici hanno conosciuto regimi o orientamenti politici fortemente limitativi della libertà personale: l’oppressione può essere talmente forte da creare un forte clima di sospetto, dove tutte le persone possono essere incolpate di tramare contro la coercitiva guida governativa anche senza fondamento. A maggior ragione le persone più in vista …

Che si fottano – Remo Gandolfi per Esperanto

  “Che si fottano”. Queste sono le tre parole di risposta. A pronunciarle è un giovane calciatore inglese di appena 21 anni. Sono le parole pronunciate davanti al Comitato dei 14 Selezionatori della Nazionale inglese, poche ore prima di scendere in campo in una prestigiosa partita internazionale. “Lo sai vero figliolo che a questo punto …

Bambini dalle palafitte – Simone Cola per Esperanto

Del calcio ti innamori un po’ così: sei un bambino, vedi i grandi campioni in TV, ti esalti per le loro movenze e sogni di ripeterle, magari insieme ai tuoi migliori amici, quelli con cui poi cominci a giocare, sognando palcoscenici invisibili intorno a te, ispirandoti ai grandi campioni. La Coppa del Mondo del 1986 …